Luciana Mella

NRW 2020: aiuti immediati, licenziamenti e affitti

La regione NRW ha messo a disposizione per far fronte alle spese e difficoltà delle aziende, imprese e lavoratori autonomi un pacchetto di 25 miliardi di Euro. 

Come posso richiedere il supporto economico per la mia impresa? A partire da venerdì 27 marzo 2020 è possibile scaricare la richiesta sul sito ufficiale: 

Licenziamenti

Molti di voi hanno ricevuto in queste settimane un licenziamento. Valgono pur sempre le leggi di tutela del cittadino sul lavoro. I datori di lavoro che non possono, a causa delle restrizioni legate al coronavirus, pagare i dipendenti possono richiedere l’indennizzo da parte delle regioni in cui risiedono (federalismo), compilando un formulario disponibile sul web. È importante avere a disposizione la dichiarazione fiscale dell’anno prima o per chi non ha ancora chiuso l’anno commerciale, quello dell’anno prima. Se il datore di lavoro è momentaneamente impossibilitato a far fronte sull’immediato al pagamento degli stipendi, ci si può rivolgere agli uffici competenti del Bundesland (§ 56 IfSG), che erogheranno lo stipendio netto per intero per la durata di sei settimane, dopo tale periodo si introdurrà la formula dell’indennizzo per malattia (Krankengeld).

Attenzione, il datore di lavoro può rifiutarsi di permettere il cosiddetto Homeoffice/ smartworking, non esistono leggi che possano costringere quest’ultimo a introdurlo, eccezione fatta da regolamenti contrattuali (Betriebsvereinbarungen e Tarifvertrag). Se per motivi di „paura“ il dipendente decide di restare a casa rischia non solo di non ricevere lo stipendio (unbezahlter Urlaub), ma addirittura di essere licenziato. In caso di sintomi di influenza e problemi respiratori, si può chiamare il proprio medico di base e farsi registrare un periodo di malattia senza dover recarsi personalmente presso lo stesso per una durata di 15 giorni. Il datore di lavoro in periodo di malattia continuerà a pagare lo stipendio per la durata di sei settimane, dopo questo periodo si introdurrà la formula di indennizzo per malattia (Krankengeld).

Affitti

Per evitare uno sfratto, sia commerciale che privato, il 25 marzo 2020 è stato varato un piano, che permette a chi ha problemi di liquidità di non rischiare uno sfratto. Fino al 25 marzo un proprietario di locali commerciali poteva notificare lo sfratto entro il secondo mese di mancato pagamento, per gli affitti privati fino al terzo mese di mancato pagamento. Il nuovo decreto blocca la procedura di sfratto introducendo una dilazione di pagamento entro i 12 mesi successivi.

Per gli affitti privati si può richiedere il sussidio per pagamento di affitto presso il comune di residenza (Wohngeld), che non coprirà certo l’intera somma, ma potrà aiutare a versare almeno in parte l’affitto, se impossibilitati a pagarlo:

Informazioni a cura di: Luciana Martena, Responsabile Patronato 50&Più – ENASCO, Düsseldorf

unsplash-logoRoman Bürki

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna su