Luciana Mella

La fine ebbe inizio in Baviera

8 settembre 1943: la fine ebbe inizio in Baviera… Dopo il voto del Gran Consiglio del Fascismo, che nella notte fra il 24 ed il 25 luglio 1943 sancisce la caduta del fascismo, e dopo il successivo arresto di Benito Mussolini, sono una dozzina i gerarchi che scappano in Germania. Il 12 settembre Mussolini, dopo la liberazione dal Gran Sasso, viene portato a Monaco di Baviera, dove riceve da Hitler l’invito a ricostituire un governo fascista. Il 18 settembre, da Radio Monaco, stazione radiofonica gestita da fedelissimi del Regime nazifascista, il Duce si rivolge agli italiani invitandoli ad unirsi alla nuova Repubblica Sociale Italiana che sta per sorgere. A questo capitolo di storia della presenza italiana nella regione bavarese Claudio Cumani, astrofisico con la passione per la storia, ha dedicato un breve saggio, pubblicato nel 2015. Di più nel mio servizio radiofonico andato in onda per Radio Colonia.

Il cattivo tedesco e il bravo italiano

Fa parte dell’immaginario collettivo degli italiani l’idea che, durante la Seconda Guerra Mondiale, i soldati tedeschi e la Germania furono i cattivi, mentre gli italiani rimasero tutto sommato brava gente. Il saggio dello storico Filippo Focardi “Il cattivo tedesco e il bravo italiano. La rimozione delle colpe della Seconda Guerra Mondiale“ (Editori Laterza, 2013), in […]

In memoria di Piero Terracina (*1928, † 2019)

Ebbi l‘occasione di conoscere Piero Terracina e di intervistarlo a Francoforte sul Meno per Cosmo – Radio Colonia nel settembre 2017. A quasi novant’anni, e nonostante le grandi difficoltà fisiche, accettò di venire in Germania per portare la sua testimonianza di sopravvissuto ai campi di sterminio nazisti. Fu un incontro emozionante. Una conversazione sugli orrori del passato, […]

Torna su